Il mare in mezzo


Si dice che tra il dire e il fare ci sia di mezzo lui.

Io ce l’ho sempre a portata di mano, di sguardo, di naso. Ho sempre pensato che chi nasce e vive per molto tempo in una città di mare, possa avere difficoltà a trasferirsi in un posto dove lui non c’è. Manca un pezzo, manca una sorta di via di fuga, di piano B, di porta semi aperta a mostrare una possibile deviazione.

Come si fa senza mare? Sinceramente non lo so, l’ho sperimentato per troppo poco tempo.

Il mare. Un elemento così misterioso e affascinante che nella incredibile benevolenza della natura ti concede di ammirarlo, ti dà il permesso di viverlo, perchè se volesse ti spazzerebbe via come un moscerino.

So che chi non lo ha lo cerca, chi ce l’ha un pò lo sottovaluta, un pò come tutte le cose che si amano e che si danno spesso per scontate. Poi se ti trasferisci in un posto dove lui non c’è, ti fa male il cuore a sapere che pur cercandolo in tutte le direzioni sarà sempre e comunque troppo lontano, e si nasconderà vendicandosi di te, del tuo sminuirlo quando lo avevi a due passi e ti bastava allungare una mano per farlo tuo, per ringraziarlo.

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, dicono.

Quante volte sogniamo sogni grandi, di quelli che ci vorrebbe un altro paio di occhi per vederli tutti interi, e ci sembrano fattibili, strade percorribili con la sola nostra forza, raggiungibili con le nostre sole gambe ma poi lui, il mare, ci si mette di mezzo con le sue onde fatte dei nostri dubbi, le nostre paure, i nostri “lo farò domani”.

A volte sembra che non esista imbarcazione abbastanza robusta da reggere i colpi di onde anomale, alte come palazzi, che ci aggrediscono lungo il viaggio, altre ancora siamo su una zattera di insicurezze tali da farci arrivare l’acqua alla gola in un attimo, quello che basta a farci cambiare idea, e farci tornare – stanchi – a riva. Esausti e delusi, disposti ad annegare sulla terraferma ogni giorno.

Vivere è forse un pò come saper nuotare, perchè per non accontentarsi del semplice fatto di esistere dobbiamo imparare in fretta a stare a galla, anche quando il mare è mosso, anche quando guardando verso il basso e vedendo un manto blu scuro che ci inghiotte fino al busto, al cuore, siamo sopraffatti dalla paura. Forse bisogna saper nuotare guardando avanti, per non perdere di vista l’isola dove approdare, ma anche di dorso ed essere sorpresi nel raggiungere con agio un luogo differente da quello programmato, per la bellezza insita nello spaventoso dubbio di un viaggio senza una destinazione sicura.

Capire che è giusto anche se è ignoto, o che è giusto proprio perchè lo è. Sbagliare strada, deviare, muoversi inconsapevoli verso orizzonti mai considerati prima, cambiare direzione, idea, punto di vista. Purché si nuoti, sempre.

Annunci

6 commenti

  1. “Sbagliare strada, deviare, muoversi inconsapevoli verso orizzonti mai considerati prima, cambiare direzione, idea, punto di vista. Purché si nuoti, sempre.” ottima filosofia di vita la tua … il cambiamento è sempre positivo anche quando fa paura, la vita può riservarci meravigliose sorprese, è ciò che ti auguro amica mia, te lo meriti appieno ❤

    • Grazie… non è ancora la mia filosofia di vita, ci sto provando, ma diciamo che vorrei lo diventasse totalmente perchè la paura dei cambiamenti è un grande ostacolo per l’evoluzione, mentre abbandonarsi alle onde o cercarne di nuove su cui “surfare” ci può portare il luoghi meravigliosi. Grazie, amica mia.

  2. Note di rammarico, di dubbi, ma anche di speranze. Purché si nuoti. Sì, a volte si nuota all’impazzata presi da una grande energia, a volte le braccia non ne hanno la forza ed è necessario cambiare rotta, trovare la strada più breve. Bellissimo pezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...